Due sono le cose che mi affascinano di un viaggio: la prima, ritrovarsi diversi al ritorno. Sentirsi rigenerati, con un bagagliaio culturale più ampio e variegato. Semplicemente più ricchi; la seconda è la ragione stessa del viaggio, andare oltre.

 

Ai più può sembrare che una strada nasca soltanto dall’esigenza di congiungere un luogo ad un altro. Posso assicurarvi che non è un semplice susseguirsi di chilometri da percorrere. Rappresenta qualcosa in più. E’ esistenza, è vita, è storia da leggere e ricordare. Per questo, ogni mio viaggio diventa un libro da sfogliare, un racconto metaforico nel quale immergersi ora dopo ora, giorno dopo giorno e tappa dopo tappa.

 

Raccontare storie non è assolutamente semplice, provo a farlo da quando questa mia passione è diventato un lavoro . Uso sempre meno la parola “storytelling” e sempre di più “racconto” e “avventura”.
https://www.gianlucarmenio.com/wp-content/themes/salient/css/fonts/svg/basic_sheet_pencil.svg

STORYBOARD

Quando io e Francesco ci siamo approcciati a questo nuovo progetto l’abbiamo fatto a modo nostro, individuando quegli aspetti che avevano un potenziale che andava valorizzato.

 

Dopo due sessioni di location scouting abbiamo portato a casa indicazioni precise su quale dovesse essere l’ambiente attorno alla nostra storia. Una granturismo come la S5 Sportback fornitaci da Audi Italia, necessitava di un taglio non convenzionale e scritta la sceneggiatura, ci siamo lanciati in questa avventura.

 

 

 

L’incipit è Firenze, città che indossa i meravigliosi segni del Rinascimento come un abito prezioso. Il capoluogo toscano ci accoglie nell’ora più bella, quella d’oro che infiamma facciate e monumenti di un bagliore a tratti accecante. Ogni cosa è illuminata, tutto è splendore.

 

Abbiamo quindi iniziato a pensare a cosa ci poteva essere di davvero romantico, emozionante e unico e la risposta è arrivata quasi naturalmente: il concept di questa produzione è quello di raccontare una storia d’amore. Perché crediamo non ci siano occhi più sinceri di quelli di una persona innamorata.

https://www.gianlucarmenio.com/wp-content/themes/salient/css/fonts/svg/basic_photo.svg

EXPERIENCE

La notte cala come un velo sopra Borgo San Lorenzo, si addormentano le finestre e riposano le Cappelle Medicee michelangiolesche. Messo nero su carta il nostro programma, decidiamo di girare il tutto il giorno seguente.

 

Lavorare con un rivista prestigiosa come Lovecars ti costringe ad alzare l’asticella, a lasciare la tua zona di comfort per dare un prodotto nuovo, di qualità e che possa soddisfare le aspettative.

 

il pomeriggio seguente il viaggio riprende lungo la via del Chianti e mentre la vettura accarezza la strada l’ispirazione arriva improvvisa. Il paesaggio che si mostra a noi è perfetto per la nostra produzione. Il verde domina indiscusso, padrone di campi e distese coltivate.

 

Il viaggio scorre con agilità sui sentieri chiantigiani, la collina dà largo alla pianura quando si intravede la Torre del Mangia che svetta all’orizzonte. Fermarsi ad assaggiare un calice di rosso è d’obbligo, oltre che decisamente consigliato.

 

Ad ogni nuovo progetto si è costretti ad adattarsi ad un habitat che cambia radicalmente a quello precedente. Ancora una volta mi sono reso conto di quanto sia importante la comunicazione sul set e di quanto un buon coordinamento possa far risparmiare tempo.

L’auto accarezza la strada, asseconda le curve cullandomi in un dolce avanzare. È pace. Ritorniamo a Firenze, il calore dei mattoni argillosi, la spettacolare asimmetria del Duomo e il tramonto rosa. Poesia. Un’altra notte di luci e voci, è un sabato felice, una pagina bella.

Il prodotto finale porta con se grande soddisfazione, arricchisce il bagagliaio di esperienze di entrambi e, a cliente soddisfatto, fissiamo nella memoria il ricordo dei momenti più belli, quelli di quando abbiamo condiviso questa sfida.

C’è la consapevolezza che si poteva fare meglio, ma questa non va intesa in modo negativo: caratterizza chi lavora nell’ambito creativo. Se non ci fosse, non ci sarebbe quella spinta irrazionale che ti permette di lanciarti in progetti successivi, con idee nuove e originali.

Il tempo trascorre veloce scandito dalle chiacchiericcio della città ed e già ora di partire, di prendere la via di casa, di rifare la strada a ritroso. Un’altra avventura è terminata, ma non c’è tristezza in questa fine simbolica perché “il viaggio perfetto è circolare: la gioia della partenza, la gioia del ritorno”.

Directed by: Gianluca Armenio
Special Thanks: Audi Firenze | Casale dello Sparviero | Villa La Vedetta
Drone Footages: Dario Atellani
DOP: Francesco Carlo
Client: Lovecars